ACHAB Ullallà Teatro\ Din Don Down - Comune di Fontaniva in collaborazione col Teatro PALLADIO

17 Dicembre 2021 ore 21.00

INGRESSO LIBERO offerta responsabile a scopo benefico

ACHAB

Ullallà Teatro/ Din Don Down

Ulteriori informazioni www.nuovopalladio.it - info@nuovopalladio.it – whatsapp 3273713263

messa in scena e regia Pippo Gentile

con Genni Arsie, Roberto Costa, Denis Dissegna, Giovanni D'Ippolito, Federica Lanzarini, Federia Nassi, Anna Roman, Tiziana Sasso, Michele Stella, Pippo Gentile
ambientazioni sonore e live set Manuel Mocellin
live visual mix Alberto Gottardi
assistente di scena Adriana Sasso

Spettacolo selezionato al Festival Nazionale “Lì sei vero” a Monza, e vincitore dei premi come miglior spettacolo, migliore attore e migliore attrice, ACHAB affronta il testo di
Melville, Moby Dick, come una metafora dell’umanità e dei suoi dilemmi, impersonandoli di volta in volta nell'animale mitico che è la balena bianca o nell'uomo che per tutta la
vita ha un pensiero dominante: quello di trovare la verità e per questa via, eventualmente, di abbattere il male o almeno definirlo, dargli un nome. Andare in profondità, immergersi, sono i punti di vista da dove guardare non solo alla disabilità, ma anche a tutte le cose della vita in un modo diverso. “Moby Dick non è stato un processo creativo "controllato", ma
crebbe in certo modo sotto la penna di Melville, cambiando per strada fisionomia, struttura e ambizioni. La sua vertiginosa metamorfosi in allegoria solenne e altissima, fu qualcosa che Melville dovette capire per strada: una possibilità che gli si spalancò davanti quasi d'improvviso, e che lui ebbe il coraggio di non rifiutare. Questa stessa sfida accompagna da diversi anni l'approcio creativo di DinDonDown Teatro ed ecco quindi che la sfida si rinnova anche qui, in questo grande romanzo mitologico che si specchia nella contemporaneità: il capitano Achab insegue Moby Dick per sete di vendetta, è chiaro, ma, come succede in ogni infatuazione d'odio, la brama di distruggere appare quasi una brama di possedere, e di conoscere.” (Pippo Gentile)

GREEN PASS: OBBLIGATORIO PER L'INGRESSO IN SALA A CHI HA PIU' DI 12 ANNI